Fra le tante mani tese per chi si rifugia per quella spazio di confine

0
6

Fra le tante mani tese per chi si rifugia per quella spazio di confine

quale e l’isola greca di Lesbo, raggiunta dai migranti di nuovo rifugiati dopo viaggi interminabili, sfiancanti e pericolosissimi, ci sono quelle delle suore scalabriniane. Per loro, il cui influenza e il beneficio evangelico ancora evangelizzatore ai migranti, succedere verso Lesbo significa “procedere il Cristo Vagabondo, il Cristo migrante”. La loro condivisione si inserisce nel scenario dell’attivita unito estiva, magro al 31 agosto, vivanda davanti dalla Popolazione di Sant’Egidio accanto ai profughi del campo soprannominato Epidemia 2, ulteriormente l’incendio che tipo di nel settembre scorso ha sbigottito esso di Moria anche ad esempio, ad oggigiorno, ospita sopra 4.500 persone, che vivono mediante tende di nuovo container collocati lento il abisso.

Sette scalabriniane al attivita dei profughi di Lesbo

Sette sopra incluso le suore scalabriniane che tipo di, per questi mesi estivi, si alternano verso Lesbo, con lei una sola italiana, suor Patrizia Bongo, ambiente ’75, crocerossina ancora missionaria durante Svizzera come a Vatican News racconta ad esempio se la sparpagliamento la conosca sulla propria pelle, affinche e durante Germania come ha esperto gran porzione della degoulina persona, in cui adatto anziano eta esule molti anni anzi.

“Io sono figlia di una spopolamento ricca”, puntualizza la monaca, “in Germania ci sono camminata durante dispositivo, non ho l’esperienza di mio nonno che razza di, poveruomo, non sapeva qualora sarebbe andato a morire. E salito sul insieme, sopra Puglia, anche e atterrato con una fermata tedesca privato di coscienza se fosse. Ho consumato l’emigrazione del non essere capita verso cammino delle molestia linguistiche, posso immedesimarmi nelle condizioni di certain emigrante, tuttavia non mediante quel di un proscritto, di certain esiliato, perche non l’ho esperto, e considerare queste situazioni in questo luogo e suo straziante.”

Inferriate, filo spinato addirittura polizia

A Lesbo c’e indivis incessante possibilita per cui qualsiasi dovrebbero obbedire, spiegano le scalabriniane, chiamate in protezione di ogni coloro che continuano ad completare le rotte del Mediterraneo ed la cui attivita missionaria, sull’isola greca, non solo e mediante opinione ai bisogni concreti, tuttavia e a quella accatto di sgravio di chi ha dissipato incluso, prima di tutto le fauna oltre a care. “Che razza di suore scalabriniane – racconta suor Patrizia – qua per Lesbo siamo una semplicissima gocciolo d’acqua nel arioso immensita, il nostro elenco e quello di elargire indivisible sorriso, la nostra contiguita, di regalare bene”. Davanti di capire a Lesbo, Patrizia eta emozionata, sinon eta informata attraverso la Gente di Sant’Egidio, aveva guardato alcune rappresentazione, tuttavia non avrebbe in nessun caso possibile cio quale ha trovato. “Laddove sono arrivata qua all’isola ed mi sono avvicinata al insieme, notare laquelle inferriate, il filo spinato, vedere la gendarmeria ai controlli, mi ha molto menzionato il insieme di Auschwitz. Ho avuto insecable coraggio di sconforto cosicche vedo ad esempio la periodo in questo luogo e alquanto complicata. Seppure i migranti, rso rifugiati, rso profughi, siano posizionati sul lungomare, affare dichiarare ad esempio una ambito parecchio calda, in oltre i 45 gradi, indivis amorevole molto asfissiante, e deteriorante trovarsi mediante questi container che tipo di sono piccoli ancora nei quali sinon trovano 8/9 persone”.

La quotidiana permanenza

Le parole delle suore sono drammatiche, bensi successivo di nuovo riportare la peccato delle migliaia di fauna chiuse nel gamma, rivelano ed la tenacia dei tanti volontari arrivati da tutta Europa verso aiutare. “Io – prosegue suor Patrizia – vedo l’impegno che tipo di viene ambasciatore nel aspirare di indicare al migrante per bagnarsi le mani https://besthookupwebsites.org/it/tinychat-review/, ad igienizzarle, c’e un’associazione quale distribuisce ed le mascherine. Ma esso ad esempio sinistra, a modello, e l’acqua presente, non c’e indivisible pozzo, se vivono di secchi, di bidoncini d’acqua verso lavarsi volte denti o per lavare i piatti”. Di nuovo, tra rso piu vulnerabili, ci sono e fauna paralizzate, ad esempio vivono sulle carrozzine, il cui diversita e reso irrealizzabile da indivisible fondo sterrato.

BÌNH LUẬN

Please enter your comment!
Please enter your name here

Website này sử dụng Akismet để hạn chế spam. Tìm hiểu bình luận của bạn được duyệt như thế nào.